Where the land meets the sea. The pearl of Delta

EN
WHERE THE LAND MEETS THE SEA.
THE PEARL OF DELTA

Since 2016, Alessio Greguoldo has introduced an innovative oyster farming system called “solar tide” in Italy, in collaboration with Florent Tarbouriech, the inventor of this system utilizing two international patents. Oyster seeds purchased in France are manually cultivated on ropes that mimic the Atlantic tides, thanks to remotely controlled machinery and winches powered by renewable energies such as photovoltaic and wind. It takes about 18 months from planting to harvest. The sacca degli Scardovari, located in Scardovari in the Municipality of Porto Tolle (Ro), is a UNESCO heritage site and a biosphere reserve, providing optimal and sustainable natural nourishment to oysters.
Alessio Greguoldo, initially a mussel fisherman, had the courage to abandon his profession to embark on an entrepreneurial path, demonstrating determination and making sacrifices that led to success, contributing to the creation of biodiversity. Currently, the annual production reaches about 35 tons of various sizes, sold not only in Italy and France but also in international markets.
In recent years, the blue crab has infested the Delta Valleys, causing significant damage to the ecosystem and reducing the production of clams and mussels, which account for more than 95% of local production and provide jobs for numerous families. The Pearl of the Delta, with its increased resistance to the blue crab’s attack, seems to be a suitable response to this threat, with only a small part of the production being devoured. It represents an excellent combination of tradition and innovation.

IT
DOVE LA TERRA INCONTRA IL MARE.
LE PERLE DEL DELTA

Dal 2016, Alessio Greguoldo ha introdotto in Italia un sistema innovativo di allevamento di ostriche chiamato “marea solare” in collaborazione con Florent Tarbouriech (inventore di questo sistema che si avvale di due brevetti internazionali). I semi di ostriche acquistati in Francia vengono coltivati manualmente su corde che imitano le maree atlantiche, grazie a macchinari e argani controllati da remoto e alimentati da energie rinnovabili, (fotovoltaici ed eolici). Dall’impianto alla raccolta passano circa 18 mesi. La sacca degli Scardovari, situata a Scardovari nel Comune di porto Tolle (Ro) patrimonio dell’UNESCO e riserva della biosfera, offre un nutrimento naturale ottimale e sostenibile alle ostriche.Alessio Greguoldo, inizialmente un pescatore di cozze, ha avuto il coraggio di abbandonare il suo lavoro per intraprendere un percorso imprenditoriale, dimostrando determinazione e facendo sacrifici questa scelta ha portato al successo, contribuendo cos√¨ nel creare una biodiversit√†. Oggi la produzione annuale raggiunge circa 35 T di varie misure, che vengono vendute non solo in Italia e in Francia, ma anche i mercati internazionali. Nel corso degli ultimi anni, il granchio blu ha infestato le Valli del Delta, provocando danni significativi all’ecosistema e riducendo la produzione di vongole e cozze, che rappresentano oltre il 95% della produzione locale e forniscono lavoro a numerose famiglie. La Perla del Delta, grazie alla sua maggiore resistenza all’attacco del granchio blu, sembra essere una risposta adeguata a questa minaccia, con solo una piccola parte della produzione che viene divorata. Si tratta di un eccellente connubio tra tradizione e innovazione.